L’allarme OMS: le infezioni associate alle cure sanitarie sono il primo problema da affrontare

//L’allarme OMS: le infezioni associate alle cure sanitarie sono il primo problema da affrontare

Un recente studio eseguito dall’ECDC (European Center for Disease Control) ha confermato che le infezioni associate alle cure sanitarie sono un grave problema di salute pubblica in Europa, con valori attesi del 5,7% (4,5-7,4%), ciò significa che, giornalmente, 81.089 (da 64.624 a 105. 895) pazienti con una ICA sono presenti negli ospedali europei.

In Europa, ogni anno 4,1 milioni di pazienti contraggono un’infezione correlata all’assistenza sanitaria, sono attribuibili alle ICA circa 37.000 decessi e 110.000 decessi per i quali l’infezione rappresenta una concausa.

Il trend di questi fenomeni è purtroppo in aumento, tanto che l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha assunto il tema della sicurezza del paziente come uno degli obiettivi principali di attività a livello mondiale attraverso la promozione del progetto Global Patient Safety Challenge (GPSC).

Anche in Italia il problema è preoccupante infatti, secondo le stime dell’Istituto Superiore di Sanità nel 2005 si è calcolato che, a fronte di circa 9.500.000 pazienti ricoverati all’anno, ben 533.000 siano stati colpiti da un’infezione contratta in ospedale, per le quali si registrano tre milioni e 730 mila giornate di degenza in più.

By |2019-01-05T22:31:59+00:0030 Dicembre 2018|Batteri|

About the Author: